Questo post è stato aggiornato il

Attività per bambini di 1 anno, giochi per bambini di 2 anni: i giochi devono adattarsi all’età del bambino e a quello che sa fare sul piano fisico, intellettuale e relazionale. Di seguito, troverai una piccola guida che ti potrà essere utile nel tuo lavoro di baby sitter. Quali giochi per bambini di 1 e 2 anni proporre, e perché?

Crescere è proprio un lavoro! Piano piano, il bambino  si impadronisce del mondo che lo circonda. Guarda, prova, sbaglia, riproduce, impara. Ai genitori in primis  spetta la responsabilità di costruire per lui un ambiente sereno e stimolante, dove possa sperimentare tutte le sue abilità. A te tocca il compito di proporgli attività proporzionate alle sue forze, e adatte a stimolare la sua mente e il suo corpo. Attività attraenti in un ambiente sicuro.


Vuoi trovare un lavoro da babysitter? Registrati a Sitly. È gratis!

Per cominciare, scarica la App di Sitly sul tuo telefono o sul tuo tablet!

Trovare una baby sitter con la app di Sitly, è facile. Guarda questo video:


Giochi per bambini di 1 e 2 anni: perché  sono importanti

Come abbiamo detto, giocare è il mezzo attraverso cui i bambini:

  • crescono fisicamente, quando saltano, corrono, colorano;
  • sviluppano le loro diverse abilità, quando cantano canzoncine in rima, dispongono i cubi a torre dal più grande al più piccolo, fanno i primi puzzle;
  • imparano le regole sociali, quando fanno finta di essere qualcun altro (magari mamma o papà).

In questo post troverai molte informazioni e consigli sui giochi per bambini di 1 e 2 anni. Ma non basta avere solo una lista di cose da fare, bisogna partire dalla Fase 1: le competenze del bambino. Infatti se gli proponi attività troppo facili, non lo stimolerai a crescere e a imparare. Ma se le attività e i giochi saranno troppo complessi, provocherai in lui un senso di frustrazione; cioè noia e rabbia. E in te, conseguentemente, lo stress di dover gestire un bambino scontento e capriccioso. (La stessa attenzione dovrai porre quando fai un regalo: scopri cosa regalare a un bambino di 1 anno  e quali sono i migliori regali per bambini di 2 anni).

Bambini di 1 anno, bambini di 2 anni: cosa sanno fare

Quando entri in una casa dove c’è un bambino dall’uno ai due anni, ti troverai di fronte un piccolo essere umano che comincia ad affermare la sua individualità. Inizia a pronunciare (con frequenza!) i primi no e pretende di fare da solo; comincia ad essere lui a voler fare le coccole. Anche se sembra spesso non ascoltare affatto quello che gli dici, ti sorprenderà quando sarà in grado di fare quello che gli hai chiesto. Inizia a essere molto mobile: se intorno all’anno ha ancora bisogno di te per spostarsi da qui a lì, a due anni è perfettamente in grado di schizzare da una parte all’altra della casa. E si diverte a ficcarsi dappertutto: scatoloni, armadi, ceste. Quindi, cerca di fare attenzione e di non perderlo mai di vista!

Di seguito, un prospetto schematico che ti aiuterà a conoscere meglio la fase del bambino e ad essere per lui una baby sitter perfetta, capace di scegliere con accortezza i giochi per bambini di 1 e 2 anni.

Abilità fisiche

  • Beve dalla tazza;
  • cammina bene (1 anno e mezzo), corre bene (dopo i 2 anni);
  • è fisicamente molto attivo, si dà da fare;
  • si veste da solo, o almeno ci prova (con l’aiuto di un adulto);
  • mangia da solo, con le mani ( 1 anno) o con il cucchiaio (2 anni);
  • si lava e si asciuga le manine da solo;
  • sale le scale, sebbene aiutato per ragioni di sicurezza (1 anno e mezzo, circa);
  • scende le scale, sempre con l’ “aiutino” (2 anni);
  • infila le perline e gira pomelli (2 anni);
  • calcia e afferra la palla (2 anni e mezzo).

Competenze sociali

  • Si serve del linguaggio per esprimere i propri desideri;
  • ha un forte desiderio di indipendenza;
  • è orgoglioso se riesce in qualcosa da solo;
  • al contrario, è arrabbiato e deluso quando non riesce;
  • si relaziona di preferenza con gli adulti (verso 1 anno e mezzo) ma impara velocemente a giocare in modo cooperativo con gli altri bambini (dopo i 2 anni  e mezzo);
  • scimmiotta la mimica degli adulti;
  • comincia a dimostrare affetto per le persone;
  • ha il suo orsacchiotto preferito.

Capacità intellettuali

  • Riconosce e chiama per nome le persone che ama, nomina gli oggetti preferiti;
  • è interessato dal meccanismo degli oggetti, soprattutto di quelli che può muovere (come macchinine);
  • combina oggetti con altri oggetti;
  • lo diverte cercare e trovare oggetti nascosti;
  • sa distinguere e raggruppare gli oggetti per forma e colore;
  • indica gli oggetti e le figure;
  • comincia a fare i primi scarabocchi;
  • si interessa alle qualità fisiche degli oggetti come la forma, il colore, la dimensione o la consistenza
  • sta imparando a parlare, e intorno ai 2 anni conosce circa una cinquantina di parole.

    Vuoi trovare un lavoro da babysitter? Registrati a Sitly. È gratis!

    Per cominciare, scarica la App di Sitly sul tuo telefono o sul tuo tablet!

    Trovare una baby sitter con la app di Sitly, è facile. Guarda questo video:


    Giochi per bambini di 1 e 2 anni: cosa funziona e cosa no

giochi per bambini di 2 anni

Dalle abilità del bambino dipende il tuo lavoro, come dicevamo.

Il bambino non è debole e povero, il bambino è il nostro maestro anche nei riguardi della sua educazione” (Maria Montessori)

Insieme a te

Hai visto: il bambino a questa età ancora non sa relazionarsi bene con i coetanei, preferisce gli adulti. Quindi, inutile proporre  – al parco o a casa – sessioni di gioco con altri bambini. Meglio che sia tu a giocare con lui. 

Giocare con i bambini ti permette inoltre di controllarli  più agevolmente (come abbiamo visto, a questa età hanno la tendenza a scappare di qua e di là) e di vedere se ci sono rischi per la sua sicurezza. E con il gioco tu puoi essere un buon modello di comportamento: gentile, equilibrata, calma. È l’età dell’imitazione. Quando progetti i giochi per bambini di 1 e 2 anni, ricordatene!

Una cosa che piace ai bambini di questa età  è fare dei semplici giochi di travestimento o di ruolo: stanno facendo i primi esperimenti di apprendimento sociale. Giocate a mamma e figlio; oppure al dottore, sfrutta il loro gusto per l’imitazione degli adulti. Coinvolgi il suo orsacchiotto preferito in questo gioco di ruolo: il piccolo malato può essere lui! Ricorda che a questa età al bambino piace manifestare affetto, incoraggialo a consolare l’orsacchiotto dopo la puntura. Avrai ottenuto un doppio obiettivo: stimolare l’empatia e insegnare  che dal dottore non c’è da preoccuparsi.

Scatenarsi…

Se siete dell’umore di fare un gioco più dinamico, perché non nascondino (in una versione semplificata e sicura, ovviamente)? Ai bambini di questa età piace infilarsi dappertutto e scappare, ricordi?

I giochi per bambini di 1 e 2 anni non possono che essere anche fisici: in questa fase i piccoli stanno sperimentando moltissime abilità. Ma hanno bisogno di te per giocare in sicurezza. E allora, scatena  la tua fantasia e aiutali a saltare da una sedia, a “scalare” le tue gambe per venirti in braccio, a rotolare sul tappeto, ad appendersi alle tue braccia e a dondolare. Riscopri i giochi antichi per bambini, come il dindolò e del cavalluccio.

…e poi calmarsi

E se è arrivato il momento di calmarsi un po’, passa alla lettura. I bambini di questa età adorano sentir leggere delle storie, guardare i disegni dei libri  insieme a te. Indicarti delle figure è il loro modo per entrare in relazione e per esercitare una loro abilità tutta nuova. Riconoscere le cose e nominarle, ricordi? Meglio ancora se il libro è tattile, fatto di tanti materiali diversi e con pop-up di varie forme e colori. Il piccoletto sarà stregato (e calmo) per un tempo quasi interminabile. 

A proposito. I giochi per bambini di 1 e 2 anni devono essere – anche – giochi di manipolazione. Sul tavolo della cucina basterà acqua e farina, un po’ di pasta di sale, della plastilina. Anche il momento del pasto, per i più piccoli, sarà occasione di divertimento se li lasci mangiare con le mani come piace a loro!

Per i bambini intorno ai due anni, un buon gioco da fare è anche quello di travasare legumi o farina da una ciotola all’altra, utilizzando il cucchiaio. E se li aiuterai a fare  il movimento da sinistra a destra (il contrario per i bimbi mancini)  li starai anche aiutando ad affinare competenze che gli serviranno poi per la scrittura.

Da solo

Ricordiamoci adesso che il bambino, dal primo anno ai 2, sta sperimentando la propria autonomia. E adora fare da solo. Lasciagli quindi anche degli spazi in cui – sempre in tua presenza ! – possa  sperimentare capacità (e limiti). E possa anche esprimere la sua curiosità. Per gli oggetti, il loro funzionamento e il movimento, la forma e le dimensioni, come abbiamo abbiamo visto.

Qui trovi una serie di oggetti da utilizzare con successo in giochi per bambini di 1 e 2 anni. Ma ricorri alla tua fantasia per allungare la lista!

  • Grandi blocchi di costruzioni;
  • cubi da impilare;
  • giocattoli che riproducono oggetti quotidiani come telefoni, chiavi di plastica, martelli;
  • giocattoli che riproducono oggetti mobili o mezzi di trasporto (carrelli, macchinine, aeroplanini, camion e gru);
  • grandi palle soffici e colorate;
  • bambole, orsacchiotti;
  • cavallucci a dondolo;
  • semplici puzzle di pochi, grandi pezzi meglio se colorati e divertenti al tatto;
  • secchiello e paletta;
  • strumenti musicali come tamburi e xilofoni.

Giochi fatti in casa

Dalla pedagogia montessoriana arrivano molti suggerimenti per creare – a casa e con poca spesa – dei giochi per bambini di 1 e 2 anni divertenti e capaci di stimolare le naturali attitudini dei bambini. 

Un classico è il “cesto dei tesori”, un cesto di vimini riempito di oggetti diversi per forma, colore, consistenza e anche gusto.  Oggetti che appartengano alla vita quotidiana a e che siano, ovviamente, privi di pericoli: cucchiai di legno, bicchieri di plastica, chiavi, scatoline. In questo modo i più piccoli potranno “pescare” un oggetto alla volta, conoscerlo ed esplorarlo, manipolarlo e metterlo in bocca. E una volta finito di giocare, per il bambino sarà anche divertente aiutarti a rimettere tutto a posto. Qualcosa di analogo si può fare solo i tessuti: una scatola piena di stoffe di colore e consistenza diversa, che il bambino potrà estrarre e  conoscere secondo i suoi tempi.

A casa del bambino potrai poi trovare mille spunti per reinterpretare il classico gioco dell’infilare. Infatti, non è necessario comprare costosi giocattoli in legno con forme colorare da inserire al posto giusto. Basterà uno scolapasta in cui il bambino potrà inserire degli spaghetti, un grande maialino salvadanaio (con fondo apribile)  dove inserire delle monete e poi estrarle, un vaso infrangibile dove mettere dei fiori. 

Qui trovi altri giochi ispirati al metodo Montessori.

Infine, occhio alla sicurezza

La prima cosa a cui pensare, se ti stai chiedendo come essere una baby sitter perfetta, è la sicurezza. In tema di giocattoli questo vuol dire che, insieme con i genitori del bambino, devi accertarti che:

  • in casa non ci siano giocattoli con parti appuntite e o taglienti che si possono staccare  o rompere;
  • non ci siano giocattoli elettrici (è troppo presto);
  • nessun giocattolo sia eccessivamente rumoroso;
  • carretti e macchinine da tirare non abbiano cordini troppo lunghi, che il bambino possa girare intorno al collo.

Infine, quando ti occupi di un bambino di 1 o 2 anni, proprio perché – come abbiamo visto – si trova nella fase delle grandi sperimentazioni, devi chiedere alla famiglia di predisporre un ambiente sicuro. Quando la famiglia condividerà con te le istruzioni per un baby sitting sicuro, verifica che abbiano provveduto a coprire le prese elettriche, mettere non a portata di bambino i medicinali, predisporre lucchetti per i ripiani bassi dove si trovano detersivi od oggetti pericolosi. 

Per avere consigli e informazioni sulle  altre fasce di età, leggi i nostri articoli sui giochi per neonatigiochi per i bambini di 3-5 anni, oppure per i più grandicelli scopri le attività adatte a bambini di 6 o 7 anni e, per finire, il nostro post  sui giochi da fare con i bambini dagli 8 ai 10 anni. E sei invece ti chiedi come trascorre, divertendoti, un pomeriggio di pioggia, dai un’occhiata al nostro post sui giochi da fare in casa con i bambini.

x